SHARE

Dott. veterinario Marcello Ritondo – Chi si somiglia si piglia. E’ un detto antico ma sempre valido. E’ anche valido quando si ha la fortuna di acquistare o prendere un cane a casa. Come scegliere un cane? E’ davvero un dilemma a volte ma questa scelta puo riservare molte sorprese positive. I cani assomigliano tanto , a volte tantissimo, ai propri padroni. Una volta in ambulatorio a Trapani entrò un signore con uno spiccato problema mandibolare: in pratica aveva la mandibola (inferiore) molto sporgente rispetto alla mascella superiore. Li per li non diedi molta rilevanza alla cosa e se mi trattenni dal ridere , non potei poi trattenermi quando, aprendo la bocca al suo cane questi aveva esattamente lo stesso prognatismo del padrone. Bhe non è un caso isolato… Un altro cane a cui diagnosticai il diabete aveva un padrone anche lui diabetico e la maggior parte dei cani con cataratta hanno dei “nonni” vicino, con lo stesso problema agli occhi. Un caso? No. Semplicemente agisce quel detto che poi porta in se il segreto di una legge universale secondo la quale chi va con lo zoppo, prima o dopo zoppica. (legge di identificazione). Ma poniamo il caso di dover scegliere un cane per avere compagnia, per fare del bene, per avere una presenza o un modo nuovo per dilettare bambini o anziani: l mio principale consiglio è al momento : adottate un cane dal canile o dalle numerose associazioni di volontariato che si occupano di cucciolate, mamme senza tetto e cani trovatelli. Perché? Perché in qualche maniera abbiamo come l’obbligo di controbilanciare l’enorme violenza che noi stessi, uomini un po inconsapevoli, facciamo agli animali stessi. Uccisioni, barbarie, sottomissioni, allevamenti intensivi, coercizioni, massacri possono essere bilanciati da un semplice gesto di amore e rispetto per i nostri amici animali. Oggi c’è la sana tendenza ad adottare un cane adulto e ci sono molti vantaggi, se non altro il sapere già che carattere e  attitudine ha.  Se  proprio volete un cagnolino di razza , per motivi che possono essere i più svariati, allora dovete prima di ogni cosa studiare attentamente prima l’indole , il temperamento ed il carattere della razza. In seguito decidete se lo volete maschio o femmina , ed infine l’attitudine e la taglia. UN cane di piccola taglia puo stare dentro casa e rendere la vita meno monotona ai nonni, oppure fare la guardia o avvertire se viene un estraneo. Cani intelligenti possono rendere gioiosa una giornata altrimenti piatta e cani servizievoli e affettuosi possono interagire scodinzolando e leccando mani e dita dando una sensazione di contatto amorevole. Insomma, se osservando e scrutando la cucciolata, si avvicina scodinzolando un cucciolo, che vi fa festa e vi lecca le mani….allora non c’è dubbio: quello è il vostro prossimo figlio.

NO COMMENTS