Si conclude, con una sconfitta per le azzurre, il primo match di ritorno contro la capolista Ludos Palermo, che nonostante abbia trovato un Marsala grintoso dal primo all’ultimo minuto, è riuscita a creare di più e ad andare in gol per ben tre volte.

Le palermitane, già in vantaggio al secondo minuto di gioco, grazie ad una leggerezza difensiva, faticano a trovare spazi contro un Marsala ben chiuso e ben posizionato in campo, e solo al 44’, complice una mischia in area di rigore, trovano lo spiraglio giusto per mettere la palla in rete e concludere il primo tempo sul 2 a 0.

Il secondo tempo è stata una rivelazione per la mister lilibetana Valeria Anteri, che ha visto particolari miglioramenti sotto l’aspetto psicologico. Le marsalesi, infatti, hanno dimostrato di voler lottare per tentare di ribaltare la partita, sfiorando il gol con un tiro della Cammarata che termina di poco sul fondo. Nei minuti di recupero, però, la Ludos chiude definitivamente la partita siglando il gol del 3 a 0.

“Posso dire di essere soddisfatta – commenta mister Anteri – nonostante il risultato ho visto grandi miglioramenti da parte delle mie ragazze, che hanno imparato a lottare senza mai gettare la spugna, a prescindere dal risultato. Ci aspettavamo una Ludos rapida e grintosa, in quanto capolista indiscussa e senza dubbio principale candidata al salto di categoria. Riguardo la mia squadra, c’è un’età media di 18 anni, e se continueremo su questa strada, daremo del filo da torcere a tutti i nostri avversari. Come abbiamo sempre detto, sin dall’inizio della stagione, il nostro obiettivo quest’anno è quello di migliorare il quarto posto dello scorso anno; in questa partita è mancata un po’ di grinta e determinazione nella fase offensiva, ma abbiamo ancora tutto il girone di ritorno per lavorarci e portare a casa tante soddisfazioni.”