SHARE

Il Presidente del Marsala, avv. Peppe Milazzo, ha perso la pazienza. Davanti ad una cornice di pubblico degna, per una gara di cartello come Marsala – Licata, il “peggiore” in campo è stato il terreno di gioco. Un problema che si trascina di anno in anno, senza che nessuno mai abbia trovato una soluzione definitiva, per la verità neanche “tampone”. Durante l’amministrazione Di Girolamo le cose non sono migliorate. Si diceva che non si era investito nello stadio in quanto le società che hanno amministrato negli ultimi 4/5 anni il Marsala 1912 si sono dimostrate poco serie e trasparenti (Es. tasse mai pagate all’erario, dirigenti che figuravano quali giardinieri dello stadio, girandola di presidenti che si alternavano di stagione in stagione, una serie di nefandezze culminate con la radiazione del Marsala 1912). Adesso però esiste una nuova realtà e il presidente Milazzo sta dimostrando con i fatti serietà e trasparenza e ieri sera, in sala stampa, ha affermato a chiare lettere che il tempo dei rimpiattini è finito. Ci piace, inoltre,  sottolineare che il presidente Milazzo, a differenza di come fanno in molti, non ha minacciato le dimissioni, ma ha intimato di portare la squadra lontano dalla città!

Ci aspettiamo adesso la replica del Sindaco di Marsala, come auspica anche lo stesso presidente Milazzo.

Queste le dichiarazioni del massimo esponente del Marsala calcio: (In fondo alla pagina il video con le dichiarazioni integrali del presidente Milazzo e dei due tecnici)

Il tempo è scaduto, o l’amministrazaione comunale si decide ad affidare la gestione dello stadio al Marsala calcio, a far fare il fondo campo che è osceno, in quanto praticare il calcio in questo terreno di gioco è una vergogna che accomuna anche me, ma qualcuno dovrebbe vergognarsi più di me, altrimenti, trascorsa vanamente la prossima settimana, porterò il Marsala calcio a giocare in un impianto lontano dalla nostra città” – Ma come mai questo ultimatum del presidente dopo la conferenza stampa presso la sala giunta di due settimane fà, alla presenza del Sindaco, in cui sembrava esserci comunione di intenti tra amministrazione e società? Ecco la risposta: “Sono passati sei mesi da quando abbiamo costituito questa società, oggi la squadra è prima in classifica, l’amministrazione comunale non può essere silente, il tempo dei rimpiattini è finito, o si fanno cose concrete oppure farò richiesta di giocare in campo neutro. Questa è una vergogna!

NO COMMENTS