SHARE

La sconfitta in casa della Riviera Marmi, per tre reti a zero, spedisce virtualmente lo Sport Club Marsala 1912 nel campionato di promozione (i distacchi sono diventati incolmabili). Il sodalizio azzurro non riusciva a far cosi male dal 1984, quando, in seguito al fallimento della vecchia SPA, totalizzò tre retrocessioni consecutive, dalla C2 alla prima categoria. In quel preciso momento storicò però, l’arch. Nunzio Giacomarro, sotto la protezione (come egli stesso era solito ribadire) di Padre Pio, si sobbarcò i debiti permettendo al Marsala 1912, nonostante le tre retrocessioni consevutive, di continuare a giocare. Ritornando ai giorni nostri, adesso la palla passa alla proprietà del sodalizio azzurro. L’attuale amminsitratore unico, Luigi Vinci, infatti, dopo circa un mese dalla sua nomina, ha deciso di portare a termine  la stagione senza cercar più la salvezza (il suo avvento per molti è stato avventato perchè giunto troppo tardi). Dopo la sconfitta di Mussomeli, infatti, ha  ridimensionato l’organico che aveva allestito a gennaio. Per Luigi Vinvi, questo Marsala è un malato terminale e solo al termine del campionato renderà noto cosa ha scoperto a Roma di così eclatante da decidere di sventolar bandiera bianca. Adesso parola alla proprietà, dovranno essere loro a farci sapere se intendono pagare i debiti che avevano ereditato nel 2012, ma, soprattutto, quelli accumulati negli ultimi tre anni (oppure cedere ad un altro imprenditore disposto a pagar tutti i debiti). Ultime stagioni caratterizzate, infatti, da bilanci mai depositati e da una gestione finanziaria alquanto approssimativa. Questo è quanto dichiarò, l’estate scorsa, l’ex amministratore unico, Pino Occhipinti, di cui, comunque, egli stesso ne era il vicepresidente.

Lo scenario adesso è chiaro, per il Marsala 1912 continuare a giocare, i proprietari debbono, intanto, pagare le vertenze della passata stagione e poi chiudere la voragine aperta con l’Agenzia delle Entrate.

In ogni caso sempre e comunque Forza Marsala…

(P.S. non si tratta ancora di retrocessione matematica)

 

NO COMMENTS