SHARE

Nicola Sciacca, ex calciatore di serie A, e titolare dell’Agriturismo “Fiumara del Sossio“, dopo le dichiarazioni dell’ex centrocampista del Marsala 1912, Matias Navarrete, attraverso una lettera inviata a varie testate giornalistiche della città, ha chiesto ed abbiamo concesso la dovuta replica. Ricordiamo che l’accusa mossa da Navarrete, oltre che contro Luigi Vinci, è stata nei confronti dei titolari della struttura dove alloggiava, accusabdoli che lui e la sua famiglia non erano stati trattati nel migliore dei modi, facendo riferimento alla mancanza di acqua calda per le docce e per riscaldare il latte al bambino.

Ecco le dichiarazioni di Nicola Sciacca: “Rimango sconcercato nell’apprendere quanto letto. Intanto premetto che nella nostra struttura negli anni, con i fatti, abbiamo dimostrato tutta la nostra professionalità guadagnandoci il consenso di quanti hanno alloggiato da noi, apprezzando la nostra struttura e il nostro modo di fare. Per quanto riguarda le dichiarazioni di questo ragazzo, posso dire a chiare lettere che da noi lui e la sua famiglia sono stati trattati con il massimo rispetto. Sono circa dieci anni che ospitiamo i ragazzi del Marsala calcio e mai nessuno ha mosso  una critica dicendo di essersi trovato male. Per quanto concerne il discorso dell’acqua calda, abbiamo avuto un guasto alla caldaia e per tre giorni abbiamo rimediato all’inconveniente mettendogli a disposizione gli spogliatoi garantendogli, quindi, l’acqua calda, appena ripristinato il danno tutto è tornato alla normalità. Aggiungo che si è dimostrato un codardo, un piccolo uomo, perchè se aveva delle segnalazioni o degli appunti da farci, poteva benissimo dircelo in faccia, mentre era ancora a Marsala, non dopo essere tornato in Spagna. Non accetto che vengano dette sul nostro conto delle falsità.  Non permetto a nessuno di gettare fango sul nostro lavoro e soprattutto sulla nostra condotta morale”. 

NO COMMENTS