SHARE

Sembra essere inarrestabile il cammino del Marsala calcio. Numeri da capogiro che meritatamente portano gli uomini di Chianetta al primo posto in classifica… Il Licata, nonostante la sconfitta rimediata a Caccamo, ha dimostrato fin dalle gare estive di essere molto ben attrezzato con alla guida un tecnico, Angelo Galfano, molto navigato. Concezioni di gioco diverse ma con il medesimo obiettivo: lasciare il campionato d’eccellenza. Alle dichiarazioni di mister Chianetta, rilasciate lunedì pomeriggio all’interno della trasmissione – Azzurra Sport – credono in pochi (se non nessuno): “Dopo che i nostri quadri societari sono stati ridotti e con i tagli di alcuni calcitori, sicuramente, ci sono squadre più attrezzate di noi per la vittoria finale, come Licata e Mazara, noi speriamo di continuare a far bene…” Seppur giovane, Chianetta ha capito che in questi casi, per non soffrire di vertigini e rimanere con i piedi ben piantati a terra occorre fare il pompiere. Dall’altra parte, in casa Licata, mister Galfano non si scompone ma si percepisce, dalle dichiarazioni rese sempre all’interno di Azzurra Sport, di essere amareggiato per la sconfitta di Caccamo. Gara al suo dire condizionata da un campo di gioco ai limiti della regolarità e da alcune decisioni cervellotiche dell’assistente dell’arbitro. Galfano ha voluto anche chiarire la posizione del suo Licata: “Io non mi nascondo con giri di parole come spesso fanno altri. Abbiamo allestito una squadra per un campionato di alto livello, ma non ci siamo solo noi, anzi! L’organico del Marsala è molto importante, ma ci sono anche altre squadre da non sottovalutare come Mazara, Canicattì e Dattilo. Questa sconfitta – conclude Galfano – arrivata ingiustamente non vuol dire niente. Sarà un campionato tosto e molto equilibrato fino alla fine…

Ecco il servizio della gara Marsala – Casteldaccia:

 

NO COMMENTS