SHARE

Riceviamo e pubblichiamo una lettera pervenutaci dal signor Michele Scaturro:

Volevo portare a conoscenza la poco gradevole esperienza avuta all’ospedale di Marsala.

Il 27 luglio mi sono ricoverato presso il nosocomio marsalese “Paolo Borsellino“, per un intervento alla vescica, reparto urologia. L’intervento era programmato per l’indomani. Dunque, all’indomani mi  hanno preparato facendomi  indossare il camice e facendomi le relative flebo, intanto ero a digiuno dalla sera.

Visto che c’erano altri pazienti da operare il mio turno era giunto intorno alle ore 14.00, ma a quel punto il primario mi informava che gli anestesisti dopo quell’ora non lavorano e, dunque, l’intervento doveva, necessariamente, essere rinviato.

In stato un pò confusionale ho dovuto lasciare l’ospedale.

Ho deciso, attraverso il mio legale, di chiedere un risarcimento danni e dare l’eventuale ricavato in beneficienza.

Michele Scaturro.