SHARE

Doppio appuntamento domenica prossima, 4 settembre, nel programma dell’Estate Marsalese promossa dall’Amministrazione comunale.

– Alle ore 18, con punto di incontro alle Saline Genna (c.da Spagnola), a cura dell’Associazione culturale “Istantanee” sarà realizzata l’iniziativa sociale “Al Di Là. Tra fatica e speranze”. Sarà il un viaggio al contrario, in cui ad accogliere sulla terraferma – in uno dei luoghi simbolo di Marsala, qual è lo Stagnone – saranno i migranti. Un piccolo convoglio di barche si dirigerà lungo il canalone verso un approdo simbolico. Rifugiati e richiedenti asilo ospitati nei centri di accoglienza (Sprar Marsala Rakalia – Consorzio Solidalia) racconteranno il viaggio con le loro parole: un’occasione per incontrare, conoscere e per superare la soglia della paura. Ad introdurre i racconti sarà Paola Caridi (giornalista e scrittrice, esperta della regione araba), assieme a Kossi Djika (ingegnere e attivista politico in Togo, oggi interprete nei centri del nostro territorio). Interverranno l’assessore Clara Ruggieri e Annalisa Amato, giudice del tribunale di Marsala e segretario della locale A.N.M. Marsala.

– Sempre domenica 4 settembre, nel Complesso San Pietro (ore 21), il musical proposto dalla Compagnia Teatrale Sipario dal titolo “Una Madre di nome Teresa”. Lo spettacolo racconta – in musica e in prosa – la vita di madre Teresa di Calcutta che, proprio domenica prossima, diventerà Santa. “Il musical – afferma Vito Scarpitta, direttore della Compagnia – intende recuperare teatralmente, offrendoli al pubblico, segmenti e sentimenti cantati, ballati e mimati della vita di una piccola donna considerata, a ragione, fra le più grandi del mondo”. Subito dopo lo spettacolo, mini concerto con la stupenda voce di Antonio Licari.

NO COMMENTS