SHARE

Egregio sig. Sindaco,

amando  la nostra città, con l’inizio delle belle giornate si è invogliati a fare belle e salutari  passeggiate.

Orbene,  purtroppo, le passeggiate non sono né belle né, tanto meno, salutari.

Tutte le strade sono in totale stato di abbandono: buche enormi, luci spente, erbacce e rifiuti incontrollati “adornano” le nostre vie. Devo riconoscere però che, da Sindaco di sinistra,  ha equiparato il centro alle periferie!

 Ma in negativo.

Non c’è differenza, infatti tra via Roma e Amabilina, via S. Michele e Berbaro…è tutto uguale, degrado ovunque!

Ma come è possibile che Lei e la sua Giunta non riusciate ad assicurare nemmeno la manutenzione ordinaria?

Come consente che lavori appena fatti , per i quali ha speso soldi dei suoi concittadini, debbano essere rifatti solo dopo poche settimane?

Ma ha disposto controlli, verifiche avendo a cuore la “cosa pubblica” come fosse propria?

Eppure Lei non perde occasione per ricordare a noi tutti, quante esigue siano le finanze del Comune, allora il cattivo uso del denaro assume un valore diverso, sa di “offesa” ai suoi concittadini, quasi di “derisione” per la fiducia accordatale.

Devo dire che si ha la netta percezione di una  difficoltà a gestire e a  programmare, tutto e pervaso di un immobilismo mai visto prima, con la conseguenza che domani sarà peggio di oggi, in tutti i settori.

Basta rileggere alcune sollecitazioni già inviatele lo scorso anno, per notare come siano, purtroppo, sempre attuali.

 “Mi riferisco all’insediamento ormai  stabile ed indecoroso, che gli zingari hanno creato sotto gli occhi increduli di cittadini e visitatori, all’ingresso della nostra città, ovvero al posteggio del lungomare: i panni stesi in bellavista, i barbecue improvvisati  e gli accampamenti di ogni tipo  sono uno scenario quotidiano al quale nessuno vuole porre rimedio.”ed ancora “É possibile che gli espositori della domenica al mercato che si costituisce nel medesimo spazio, debbano litigare con tali soggetti che ormai  impuni si sentono padroni e, pertanto, autorizzati a dettare legge?”

Questo Le segnalai tempo addietro, chiedendo di disporre “lo sgombero di tali accampamenti e di vigilare affinchè venga stroncato il fenomeno del “posteggiatore abusivo”.

Lo stato dei fatti, non solo non è migliorato, ma, piuttosto si è aggravato, dato che gli zingari sono ormai “padroni incontrastati” di quella parte di città, creando uno scenario al quale, tutti tristemente ci siamo abituati.

N.B. sig. SINDACO, la prego di ascoltare questo mio appello: PRENDA ALMENO A CUORE LA MANUTENZIONE STRADALE, PERCHE’ NON SOLO STA CREANDO UN DANNO NON INDIFFERENTE ALLE CASSE COMUNALE, A CAUSA DEI LAUTI RIMBORSI AI NUMEROSI CITTADINI CHE SUBISCONO DANNI, MA LA COSA PIU’ GRAVE E CHE METTE A REPENTAGLIO ANCHE LA LORO INCOLUMITA’, VEDI REFERTI MEDICI DEL PRONTO SOCCORSO, CHE I CITTADINI PRESENTANO ALL’UFFICIO LEGALE DEL COMUNE.

Con riguardo, Per il Comitato Cittadino “ORGOGLIO MARSALESE”,                                                                                                  Giuseppe Carnese

NO COMMENTS