SHARE

Un’annata fallimentare che sta per chiudersi in malomodo, sia per la vicenda legata alla gara contro il Castelbuono, sia per la mancata presenza degli azzurri oggi a Gela.

Il Marsala 1912 perderà tre a zero a tavolino, per aver schierato un giovane non ancora in età contro il Castelbuono. Quello che preme far evidenziare dalla società azzurra è che da  questa vicenda non si pensi neanche minimamente di scalfire la professionalità del tecnico,  del Team Manager e di quanti ruotano attorno a loro. In buona fede, infatti, credevano che il giovane, schierato tra gli undici scesi in campo, nonostante non avesse compiuto l’età, avesse ricevuto il nulla osta dalla Federazione. In una società in declino senza più una segreteria su cui contare e con gestioni diverse nella medesima stagione, ormai dalla chiusura dei battenti (quasi) certa, ci si poteva aspettare anche questo.

Intanto si lavora per rilanciare il calcio a Marsala. Allo stato attuale esistono due cordate, una rappresentata dall’avv. Giuseppe Milazzo, il quale vorrebbe ripartire anche da una categoria più bassa dell’eccellenza, purchè si programmi con serietà e un’altra cordata formata da una serie di aziende marsalesi e non, che sta, invece, lavorando in sordina e che vuole uscire allo scoperto solo se il loro progetto avrà successo… Ne sapremo di più nel corso delle prossime due settimane… In ogni caso: FORZA MARSALA…

NO COMMENTS