SHARE

Pur nel riserbo più assoluto, da parte degli organizzatori, cominciano a circolare i nomi dei primi “big” presenti nella cronoscalata ragusana. Certa la partecipazione del catanese Luca Caruso (Radical), giovane emergente nel panorama motoristico dell’Italia meridionale, così come quella degli ‘idoli’ di casa, i comisani Gianni e Samuele Cassibba, padre e figlio, rispettivamente su Osella e Tatuus. Sono tuttavia in corso febbrili trattative per portare a Chiaramonte Gulfi altri nomi ed ospiti di spicco del motorismo nazionale, per festeggiare la 60a edizione della salita. Ben due, intanto, le dirette in streaming tv visibili su Facebook, con interviste, curiosità, rombo di motori, storie di personaggi, risultati “live” e tanto altro ancora, a cura della web tv On Air tv Italy, nonché dello staff di Salitastiledivita. La Salita dei Monti Iblei, promossa dal Team Palikè Palermo in sinergia con la Pro Monti Iblei ed il patrocinio del Comune di Chiaramonte Gulfi, già ‘Riserva’ ufficiale del Campionato italiano velocità montagna 2017, conserva validità per il Campionato siciliano Velocità in salita di Aci Sport e per lo Challenge AssoMinicar Salita. Molta attesa anche per la 60a Coppa Monti Iblei Autostoriche (sempre tra il 26 ed il 27 agosto) anch’essa con valenza per il Campionato regionale Salita di categoria Aci Sport 2017. Il percorso di gara, della lunghezza di 5,500 km, è articolato lungo la s.p. 7, tra Comiso, “Roccazzo” e Chiaramonte Gulfi. Sabato 26 agosto le verifiche costituisce la 9a prova stagionale, nonché per le parimenti gradite valenze per il Campionato siciliano Velocità in salita AciSport 2017 (si tratta della terza tappa in calendario) e per lo Challenge AssoMinicar Salita (in questo caso approdato all’ottava prova stagionale). La 60a Coppa Monti Iblei Autostoriche (pur essa in programma dal 25 al 27 agosto) è confermata nella sua validità per il Campionato siciliano Salita Autostoriche AciSport 2017, di cui costituisce il quarto appuntamento dell’anno.

“Rispettiamo nella loro integrità – è il commento di Elga Alescio, presidente della locale associazione Pro Monti Iblei, che collabora logisticamente il Team Palikè nell’organizzazione della cronoscalata – le decisioni adottate da AciSport in merito al mancato recupero in calendario di un’ulteriore gara valevole per il Civm 2017 dopo quanto accaduto al Trofeo Vallecamonica. Ciò, anzi, ci offre ulteriori stimoli per fare ancora meglio quest’anno e quindi per puntare eventualmente all’assegnazione del Tricolore della specialità già nel 2018. Il comitato organizzatore è al lavoro da giorni per porre in essere tutte le necessarie condizioni di sicurezza attiva e passiva sul percorso di gara, per piloti e spettatori. Tra le novità di quest’anno, posso anticipare l’installazione di un maxi schermo in area partenza, con i tempi live per gli spettatori”.

Lo schermo gigante sarà comunque solamente una tra le “chicche” di questa 60a edizione della Salita dei Monti Iblei, che sarà coperta pressoché integralmente, nelle sue fasi più “calde”, per gli utenti collegati ad internet, da due dirette in streaming tv. Il circuito televisivo ragusano On Air tv Italy (che l’anno scorso, con una telecamera installata sulla linea di partenza, ottenne con la sua diretta via Facebook la cifra record di oltre 12 mila contatti) sarà impegnato nel paddock (perciò anche “dietro le quinte” della Salita dei Monti iblei), sullo “start” e lungo le prime centinaia di metri del percorso di gara con quattro telecamere digitali, regia mobile, commento da parte di un giornalista e storie di personaggi. La trasmissione delle immagini “live”, ossia in diretta, avverrà in HD, ad alta definizione e sarà fruibile dagli utenti collegati in streaming tv su Facebook. Basterà connettersi alla pagina: “On Air Tv Italy.it” e godersi lo spettacolo dei motori.

Altrettanto articolato ed alquanto appetibile il “pacchetto” gara offerto dallo staff di Salitastiledivita (anch’esso visibile in streaming tv su Facebook), rivista del settore e portale automobilistico brindisino divenuto nel tempo autentico punto di riferimento per tutti gli appassionati di automobilismo, in particolar modo di cronoscalate, in Italia. Salitastiledivita (collaborato in parte logistica dalla locale Tvr Motor Racing) effettuerà collegamenti non stop e rigorosamente in diretta dai punti salienti del percorso di gara, nel corso delle prove ufficiali del sabato e delle salite cronometrate programmate domenica, con commenti e curiosità legate alla cronoscalata ragusana. Pertanto, sarà sufficiente anche in questo caso collegarsi alla pagina Facebook: “Salitastiledivita.it” ed usufruire della visione della gara in streaming tv.

Iscrizioni alla 60a Salita dei Monti Iblei pienamente in corso, come riferito, per cui è ancora presto per azzardare un “roster” di iscritti credibile. Tra i sicuri presenti (ma bisogna attendere la disputa del 52° Trofeo Luigi Fagioli a Gubbio, prova di Campionato italiano velocità montagna, domenica 20 agosto, per averne la certezza) dovrebbe esserci il catanese Domenico Cubeda, autentico ‘mattatore’ delle ultime edizioni della kermesse automobilistica di Chiaramonte Gulfi, in trionfo per tre anni consecutivi, nel 2014, 2015 e 2016. L’alfiere della scuderia Cubeda Corse, riposta in garage la gloriosa Osella PA2000 Honda, sarà di scena al volante della più performante Osella FA30 Zytek, preparata da Paco74 Corse per la parte telaistica e da Renato Armaroli per quanto concerne invece

il poderoso motore da 3000 c.c.

Confermata la presenza degli ‘idoli di casa’, i comisani Gianni e Samuele Cassibba, padre e figlio, reduci da tante battaglie sportive. Il primo è tornato quest’anno alla guida dell’attempata, ma ancora valida Osella PA20S Bmw (in luogo della mai realmente competitiva Wolf GB08 Mugen), mentre Samuele avrà nuovamente a disposizione la fida Tatuus F. Master Honda, in attesa di testare la nuovissima Osella PA30 Zytek, nuovo acquisto 017 di casa Cassibba. Pressoché certa, sempre tra le vetture Moderne, la partecipazione dell’altro catanese (ma originario di Giarre) Luca Caruso, giovane emergente nel panorama motoristico dell’Italia meridionale, vincitore nel luglio scorso della 33a Cronoscalata Val d’Anapo Sortino, nel Siracusano, con la sua Radical Prosport con propulsore Suzuki. Probabile pure la presenza del campione cosentino (di Rende) Domenico Scola, nipote del grande Mimì, attuale capofila, alla guida della sua Osella FA30 Zytek, della classifica provvisoria del Civm Campionato italiano velocità montagna. Se ne saprà di più nelle prossime ore.

E’ ufficiale inoltre la presenza alla 60a Salita dei Monti Iblei, come ormai tradizione consolidata da diversi anni, di ben 7 piloti in rappresentanza della vicina Repubblica di Malta. Capitanati dal ‘veterano’ Joe Anastasi, alla sua ottava Monti Iblei, con la Austin Mini Cooper S 1500 in gruppo E2SH, saranno parimenti al via i “rookie” Etienne Grech (Citroen Saxo Vts) e Didier Bugeja (Peugeot 106 Gti 16v), entrambi in classe E1Italia 1600, quindi Edward Calleja (Lotus Elise Honda Turbo), nella classe E2SH 3000, Noel Galea (Ford Escort MK2), nella classe E2SH 2000, Mark Micallef (Radical Clubsport Suzuki Turbo), 11° assoluto e migliore della pattuglia maltese lo scorso anno, in classe E2SC 2500 e James Dunford (Radical PR6 Suzuki), a sua volta impegnato in classe E2SS 1600, tutti già in azione a Chiaramonte Gulfi.

Nell’affollata e combattutissima categoria riservata alle “piccole” Bicilindriche, sicura la presenza del campione italiano Pista della categoria, il catanese (di Bronte) Andrea Currenti, su Fiat 500, mentre nella 60a Coppa Monti Iblei Autostoriche spiccano le presenze dei preparatori palermitani (di Marineo) Ciro ed Andrea Barbaccia, con le Osella PA9/90 Bmw, del messinese Salvatore Caristi (autore del terzo miglior crono assoluto, nel 2016), con la Fiat 128 Giannini, del palermitano d’adozione Manlio Munafò (miglior tempo assoluto lo scorso anno), con la sua Lucchini SN89 Alfa Romeo, del rientrante musicista nisseno Corrado Sillitti (con una splendida Alfa Romeo 75 Turbo) e del “veterano” calabrese (di Reggio Calabria) Salvatore Patamia, 5° assoluto alla Monti Iblei 1972, presente nelle ultime due edizioni della crono ragusana con la fedele Porsche 911 Carrera SC. L’elenco iscritti, ripetiamo, è tuttavia ancora tutto da definire.

A Chiaramonte Gulfi e nelle cittadine limitrofe è intanto ‘febbre’ da tutto esaurito, tra le strutture alberghiere e ricettive, ma numerose, tra villette ed abitazioni private del centro e dell’immediata periferia, sono state poste a disposizione dai cittadini per gli addetti ai lavori e per il personale al seguito della kermesse automobilistica del 27 agosto.

Determinante, in questo progetto, l’azione di sensibilizzazione sul territorio da parte del Comitato organizzatore coordinato dal Team Palikè Palermo (con al timone Annamaria Lanzarone, Nicola, Dario e Roberto Cirrito), a sua volta collaborato dalla locale Associazione Pro Monti Iblei, presieduta da Elga Alescio, che si avvale del sostegno di un corposo gruppo di giovani appassionati del luogo.

Una grande attenzione verso la Monti Iblei è stata altresì posta dall’Amministrazione comunale di Chiaramonte Gulfi, interamente rinnovata a giugno, coordinata dal neo sindaco on. Sebastiano Gurrieri, il quale ha concesso nuovamente il patrocinio del Comune alla cronoscalata di casa impegnandosi ad assicurare le migliori condizioni per lo svolgimento. Rilevante l’appoggio dell’ex Provincia regionale di Ragusa, ora Libero consorzio comunale, nonché dei vertici del Distretto turistico degli Iblei.

Nessuna sostanziale novità ha riguardato quest’anno il tradizionale e selettivo percorso di gara da 5,500 km. La 60a Salita dei Monti Iblei si disputerà (così come la 60a Coppa Monti Iblei Autostoriche) sul tortuoso ed a tratti velocissimo tracciato articolato lungo una sezione della strada provinciale numero 7, compresa tra il territorio facente capo a Comiso, la celebrata frazione di Roccazzo e Chiaramonte Gulfi (con “intersezione” sulla s.p. 108). Lo “start” è individuato nelle immediate adiacenze della zona artigianale del paese, in contrada Coffa, la bandiera a scacchi verrà sventolata in prossimità del centro abitato di Chiaramonte Gulfi, non lontano dalla via Togliatti non prima però che i concorrenti protagonisti della salita cronometrata abbiano attraversato una parte della Circonvallazione, sulla strada provinciale 8.

Il percorso presenta un dislivello inteso tra partenza ed arrivo pari a 410 metri, con pendenza media calcolata al 6,68%. “Icona” e simbolo della Monti Iblei sarà ancora una volta l’edicola votiva “quadrifronte” sita in contrada Quattro Cappelle, a poche centinaia di metri dall’ingresso della cittadina.

Si torna all’antico, invece, per quanto concerne le rituali verifiche sportive e tecniche per concorrenti e vetture, ora previste non più al Villaggio Gulfi (dopo la parentesi del 2016) bensì nel “cuore” del centro storico del paese ragusano. Venerdì 25 agosto si terranno le verifiche sportive (dalle 11.00 alle 13.00 e dalle 14.30 alle 19.30, nei locali della Sala comunale polivalente “Leonardo Sciascia”, in corso Umberto I), mentre le verifiche tecniche di rito saranno ospiti, sempre venerdì 25 agosto, dalle 11.30 alle 13.30 e dalle 15.00 alle 20.00, nella centralissima piazza Duomo, “salotto” di Chiaramonte Gulfi.

Le prove ufficiali della 60a Salita dei Monti Iblei e della 60a Coppa Monti Iblei Autostoriche rimangono fissate per le 9.00 di sabato 26 agosto, su due manche. Il semaforo verde per la prima delle due salite cronometrate si accenderà l’indomani, domenica 27 agosto, ancora una volta alle 9.00. A seguire Gara 2, che contribuirà quindi a stilare le classifiche definitive. Il percorso di gara sarà chiuso al transito veicolare dalle 7.00 di sabato 26 e di domenica 27 agosto. Nel ruolo di direttore di gara nazionale è stato chiamato ancora una volta l’esperto ennese – Chiaramonte Gulfi, 18 agosto – Cresce in queste ore sempre più l’attesa in vista della 60a Salita dei Monti Iblei e della 60a Coppa Monti Iblei per Autostoriche. Le due competizioni automobilistiche, promosse dal Team Palikè di Palermo e dalla locale Pro Monti Iblei, con il patrocinio del Comune di Chiaramonte Gulfi, sono in programma la prossima settimana, nel weekend compreso tra venerdì 25 (quando sono fissate le verifiche tecnico-sportive, per concorrenti e vetture) e domenica 27 agosto (con in calendario Gara 1 e Gara 2), non tralasciando sabato 28 agosto, giornata dedicata alle prove ufficiali.

Una duplice edizione (vetture Moderne e Storiche) destinata a rimanere tra gli annali del motorismo regionale e nazionale in virtù del sessantesimo compleanno, ricorrenza pressoché unica, che sta catapultando sin da questo momento sull’autorevole cronoscalata del Ragusano, allestita in un contesto paesaggistico, storico, culturale ed enogastronomico di prim’ordine, le attenzioni di numerosi addetti ai lavori. Sono per questo in cantiere corpose novità e diverse sorprese a far da cornice alla Salita dei Monti Iblei, con eventi correlati e la presenza di ospiti di grido, svelati però solo a tempo debito.

Nel frattempo, sui tavoli del Comitato organizzatore, continuano a fioccare le iscrizioni da parte dei piloti, alcuni annoverati tra i migliori specialisti delle salite dell’Italia meridionale (ma non solo), alla testa di vetture dal gran fascino. Adesioni che potranno continuare ad essere inoltrate da parte degli interessati sino a martedì prossimo 22 agosto. L’obiettivo da parte del Team Palikè e dell’associazione Pro Monti Iblei, non impossibile da ottenere, è quello di abbattere il muro delle 210 iscrizioni.

E’ stata intanto accolta con grandissima maturità e sensibilità sportiva la decisione di AciSport di non procedere ad alcun recupero di nuove cronoscalate insignite con la validità per il Campionato italiano velocità montagna 2017 dopo l’annullamento del Trofeo Vallecamonica di Brescia per un incidente di gara (la delibera assunta nei giorni scorsi dal massimo organismo automobilistico nazionale non ha consentito alla “classica” ragusana, già elevata all’inizio della stagione da AciSport a Riserva ufficiale del Civm 2017, di ottenere l’ulteriore promozione nel massimo campionato tricolore).

La 60a Salita dei Monti Iblei ha comunque mantenuto l’altrettanto importante validità per il Tivm Sud 2017, il Trofeo italiano velocità montagna (vera ‘anticamera’ per il Tricolore della specialità), del quale Alessandro Battaglia, a sua volta coadiuvato dai due direttori di gara ‘aggiunti’, l’ennese Lucio Bonasera nonché il cosentino di Castrovillari Massimo Minasi.

Piazza Duomo ospiterà il parco chiuso con le vetture schierate a fine manifestazione, a due passi dal Municipio, dinanzi la Basilica di Santa Maria La Nova, Chiesa madre di Chiaramonte Gulfi. La premiazione si terrà alle 16.30 (ad apertura di parco chiuso) nei locali della Sala comunale polivalente “Leonardo Sciascia”, l’ex Chiesa di San Francesco, attigua al Municipio, in corso Umberto I.

Che Chiaramonte Gulfi sia una cittadina da vivere intensamente lo ribadiranno i solenni festeggiamenti in onore di San Vito Martire, destinati ad accompagnare passo passo la Monti Iblei. Il ‘clou’ delle celebrazioni per il Santo protettore della cittadina montana ragusana è infatti programmato per il fine settimana facente capo appunto al 27 agosto, in una suggestiva atmosfera pregna di misticismo, tra processioni e profumi d’incenso, spettacoli canori in piazza Duomo e tornei sportivi, tra sacro e profano.

Ulteriori informazioni e curiosità sulla 60a Salita dei Monti Iblei e sulla 60a Coppa Monti Iblei Autostoriche potranno comunque essere facilmente reperite in ogni momento da addetti ai lavori ed appassionati di motori sul sito internet ufficiale del Team Palikè Palermo: http://www.palike.it/smontiiblei.html e http://www.palike.it/smontiibleisto.html o su Facebook, agli indirizzi: www.facebook.com/nicola.palike, www.facebook.com/events/60°SalitadeiMontiIblei ed ancora www.facebook.com/salitadeimontiblei. Altre informazioni reperibili su #60salitadeimontiblei, su Twitter, all’indirizzo: @FlavioLipani e su Linkedin, al medesimo indirizzo. Per tempi e classifiche “live” si potrà consultare il sito internet ufficiale della Federazione italiana Cronometristi: www.ficr.it .

 

Flavio Lipani

 

NO COMMENTS