SHARE

Realizzare un progetto di ricerca storica e di divulgazione, affiancato e arricchito da proiezione di film, spettacoli, mostre e prodotti multimediali. È quanto prevede il Protocollo d’Intesa “Marsala nella Grande guerra”, sottoscritto da Comune, Centro Studi Internazionali Risorgimentali-Garibaldini e Istituti Superiori. La ricorrenza del centenario dell’evento bellico 1914-1918, cui molti cittadini parteciparono e sacrificarono la propria vita, rappresenta l’occasione per raccogliere documenti conservati dalle famiglie marsalesi, ricercare nell’Archivio storico dati e informazioni sui nostri soldati in guerra, ricostruire la vita cittadina e amministrativa del tempo. Questa collaborazione istituzionale è un momento di approfondimento per dare, ciascuno per le proprie competenze, un contributo al progetto formativo. Il Comune mettera’ a disposizione del gruppo di lavoro strutture e personale al fine di raggiungere l’obiettivo generale di promuovere l’identità locale. La complessa attività di ricognizione storica include anche il completamento del locale elenco dei Cavalieri di Vittorio Veneto, nonché la ricerca della documentazione relativa agli esuli di Possagno ospitati a Marsala. Assieme a me e al presidente del Centro studi Romano Ugolini, hanno sottoscritto il Protocollo d’Intesa i dirigenti scolastici Domenico Pocorobba (“Abele Damiani”), Antonella Coppola (“Giovanni XXIII- Cosentino”), Ester Garamella (“Giuseppe Garibaldi”), Fiorella Florio (“Pietro Ruggieri”) e Anna Maria Angileri (“Pascasino”).