SHARE
“La mia elezione è quella del popolo marsalese e trapanese, che ha scelto me per rappresentarli. Mi dispiace per l’astensionismo e spero di avvicinare le persone alla politica ed alle istituzioni”. Così ha esordito l’on. Stefano Pellegrino in occasione della conferenza stampa che si tenuta presso il suo comitato elettorale, all’indomani dell’esito del voto che segna il suo rientro all’ARS”.

“Io – afferma l’on. Stefano Pellegrino – sono qui per dare certezza e stabilità per gli impegni sia politici che per gli impegni sociali. Per quanto riguarda la mia elezione al parlamento regionale devo dire che i miei sono voti, solo, del popolo libero di scegliere. Mi è stato chiesto di coordinare i movimenti politici in diversi comuni, vedremo di trasferire tenacia e fermezza”.

“Marsala in questi anni è stata dimenticata, ma anche il territorio trapanese – continua l’on. Stefano Pellegrino – e per questo era necessario eleggere un deputato marsalese. Lavorerò per la realizzazione del Porto, per mettere a sistema l’aeroporto, per valorizzare il patrimonio artistico, storico ed ambientale. Lavorerò di concerto con associazioni di categoria, e con tutte quelle persone che potranno contribuire a migliorare il territorio”.

“Continuo a non essere un politico – conclude l’on. Stefano Pellegrino – e faccio notare come nei miei confronti c’è stato anche il voto disgiunto, molti elettori del Movimento 5 stelle e del Partito democratico hanno votato per me, hanno votato l’onestà e ne sono felice. A Marsala con la mia elezione può cambiare tutto. Ho capito che molte volte i progetti non vengono realizzati per delle mere inefficienze burocratiche che possono essere risolte con una maggiore attenzione. Come per il porto di Marsala, progetto interdipendente con quello del porto turistico”.

www.stefanopellegrino.it

@onspellegrino

NO COMMENTS