SHARE

Mentre la pioggia continua a scendere impietosa sulla nostra città (incrociamo le dita), ecco che la Sigel Marsala Volley si prepara ad affrontare, nel breve volgere di pochi giorni, quelle che potrebbero risultare due partite decisive per invertire la rotta. Provando ad agganciare, magari al fotofinish, una sempre più complicata salvezza. Arrivano così, come da tempo annunciato, quegli scontri diretti che era forse auspicabile disputare in una situazione di classifica meno complessa. Domani sera, nell’ennesimo turno infrasettimanale, al Bellina scenderà la Golem Olbia (inizio ore 20,30). Squadra che, fino a poche settimane addietro, se ne stava in classifica a un tiro di schioppo dalle azzurre. E che invece adesso, grazie anche all’innesto della schiacciatrice Giulia Melli (arrivata dalla Lardini Filottrano, ma conosciutissima a capo Boeo per la sua militanza nel VolleyRò Casal de’ pazzi), ha allungato il passo. Distaccando di una buona dose di punti le dirette concorrenti per la salvezza. La compagine di Pasqualino Giangrossi adesso conta ben dieci punti in più della Sigel, che fino a poco tempo addietro sperava di agganciarla battendola nel faccia a faccia. Soos e compagne, nell’ultimo turno disputato, hanno battuto fra le mura amiche la Bartoccini Perugia. Staccandola al terz’ultimo posto in graduatoria. Un 3-1 combattuto con la giapponese Uchiseto e la stessa Melli in gran spolvero. Nella gara d’andata le azzurre s’imposero in Sardegna per 1-3, ottenendo la prima delle due uniche vittorie di questa stagione. Ad arbitrare la contesa sono stati chiamati i signori Matteo Selmi e Marta Mesiano. Dopo soli quattro giorni altra gara interna, stavolta contro l’IPAG Montecchio (domenica, ore 17). Sulla carta avversaria alla nostra portata, ma è chiaro che l’andamento poco felice del torneo rimanda ogni verdetto al campo. Le venete, tredicesime in classifica, precedono l’Olbia di soli due punti. Con un margine di sicurezza sulla zona rossa che comunque resta rassicurante. Tornando alle faccende di casa nostra ci basta precisare come resti indispensabile ritrovare la concentrazione dissipata nelle ultime gare, per vincere le prossime due partite. Sei punti infatti potrebbero proiettare la Sigel nei pressi del terz’ultimo posto. Per soffiare il fiato sul collo a quella Bartoccini Perugia che fra non molto sarà ospite del PalaBellina. La squadra umbra dovrà affrontare tra domani e domenica le prime due della classe – Battistelli e Mondovì. La ragione e la speranza suggeriscono egoisticamente che, a meno di miracoli, difficilmente riuscirà a racimolare punticini. E se la matematica non è un’opinione, allora quest’ultima carta dobbiamo giocarcela senza se e senza ma. Ultima spiaggia? Beh, finalmente verrebbe da dire di si.