“Apprendo dalla stampa che secondo l’Assessore Bernadette Grasso, la proposta di non consentire la costituzione di nuove Unioni di Comuni, rimandando a data da destinarsi l’adozione di una nuova legge, sarebbe stata concordata con l’ANCI.
Se così fosse, sarebbe un fatto gravissimo, perché l’ANCI di Leoluca Orlando non può operare per mantenere il privilegio di alcuni Comuni a discapito di altri, soprattutto quando questi ultimi hanno ribadito in tutte le sedi, compresa la Commissione Bilancio, che la situazione rende impossibile la garanzia di servizi essenziali.
Invece di avventuarci nel pantano di ipotetiche riforme sponsorizzate da Orlando, la Regione ha già oggi lo strumento per dare una prima risposta. Se l’ANCI sceglie di venir meno al proprio ruolo di rappresentanza di tutti i comuni, allora l’Assessore convochi un incontro aperto con i sindaci dove sarà certamente informata dello stato di profonda crisi in cui ormai versano troppi Comuni siciliani.”