Nell’immenso palazzetto dello sport di Marsala, deserto  perché parzialmente inagibile, gli azzurri hanno conquistato i primi tre punti in campionato, contro una delle squadre meglio attrezzate del girone come il Villaurea, un 6 a 2 che non lascia alcun dubbio sulla buona performance offerta da ragazzi di Mister Bruno.

Il Marsala, senza timore alcuno, nonostante le pesanti e numerose assenze di Pizzo, Trotta e Anteri squalificati, di Palumbo per infortunio e di Sammartano e Sugamiele per impegni personali, si è approcciato alla gara in maniera spavalda e determinata. Primo tempo equilibrato con un buon avvio della formazione ospite che dopo avere collezionato un paio di palle goal ha sbloccato il punteggio al nono minuto con Sanzo, puntuale nel concretizzare un’azione in solitaria di Termini. Il pareggio azzurro dopo appena 60 secondi lo ha firmato Siragusa con un colpo da biliardo, spedendo in rete il pallone, spalle alla porta, con un tocco di fino. I bianco-verdi con Termini hanno trovato il goal del nuovo vantaggio al 24esimo e ancora una volta il pareggio del Marsala è stato pressoché immediato con Li Causi che dalla destra al volo a fulminato D’amato. La zampata di Perrella in fine, nel corso dell’ultimo minuto del primo tempo, ha consentito ai padroni di casa di andare al riposo sul 3 a 2. Ripresa decisamente di marca azzurra anche se in almeno tre occasioni è stato provvidenziale Eugenio la Grutta tra i pali a dire di no agli attaccanti ospiti. A trovare la via del goal sono stati al 39esimo ancora Li Causi che ha realizzato un calcio di punizione, piazzando la sfera al palo più lontano, al 49esimo Pellegrino che con freddezza, da solo innanzi al portiere, ha piazzato la sfera all’angolino e al 51esimo ancora Li Causi che non ha fallito il tiro libero. Sul finale gli azzurri avrebbero potuto dilagare ma dal dischetto dagli undici metri Li causi prima e Pellegrino poi hanno fallito un tiro libero ciascuno.

Buona la prima, insomma, con l’unica nota stonata della giornata gli spalti deserti di un così grande impianto. Un epilogo triste di una settimana che ha visto impegnati in maniera ossessiva gran parte della dirigenza nel risolvere questa incresciosa defaillance dell’Amministrazione Comunale che risulta inadempiente di alcune elementari interventi per rendere agibile al 100% il monumentale Pala San Carlo. Lo stesso Andrea Baiata, presente all’incontro, ha rassicurato la dirigenza azzurra che tutto sarà sistemato entro la prossima gara interna in programma il 4 ottobre prossimo quando a Marsala arriverà il Monreale.