Il Consiglio Comunale di Marsala, nella consapevolezza delle proprie responsabilità e della limitatezza del proprio ruolo, comunica la decisione di intraprendere l’iniziativa di costituire un presidio permanente presso l’Aula Consiliare di Palazzo VII Aprile, riservandosi ulteriori iniziative, fino a quando le autorità preposte non comunicheranno risposte e certezze circa il destino dello scalo Vincenzo Florio di Birgi”. È quanto si legge nel documento (qui allegato) sottoscritto ieri da quasi tutti i consiglieri comunali al termine di una seduta interamente dedicata alla situazione della stazione aeroportuale trapanese e che la Compagnia Ryanair considera ormai una “ex base”. Nella nota indirizzata ad Organi regionali, provinciali e locali, nonché ad Aigest, Ryanair e Prefetto, il Consiglio comunale di Marsala avanza altresì una serie di richieste al fine di ricercare chiarezza su tutta la gestione che riguarda lo scalo di Birgi”. Alla lettura in Aula del documento e dei firmatari dello stesso –“condiviso anche dai consiglieri assenti”, ha affermato il presidente Sturiano – hanno fatto seguito le dichiarazioni dei due consiglieri che non lo hanno sottoscritto: Giuseppe Cordaro (“secondo me c’erano altre vie da percorre, ma sono solidale con tutti voi”) e Letizia Arcara (“ho condiviso il documento, tranne nella parte in cui si parla di presidio che mi sembra plateale, eclatante e tardivo” ).
Intanto, stamattina prosegue il presidio permanente a Palazzo VII Aprile, con i consiglieri comunali che – con turnazione programmata – assicurano la presenza in Aula.