Un tripudio di colori per la prima giornata dell’Enodamiani, la rassegna organizzata dall’IIS Abele Damiani di Marsala con la collaborazione di Assoenologi Sicilia,  AIS, ONAV, FIB, IRVOS e Facoltà di Viticoltura ed Enologia dell’Università di Palermo.

Oggi l’avvio della manifestazione in grande stile con la settima edizione del concorso “Original Cocktail”, realizzato in collaborazione con la FIB – Federazione Italiana Barman.

Due le sessioni di gara: la categoria “Sparkling” dedicata agli studenti del biennio e la categoria “Fancy” per i ragazzi di terzo, quarto e quinto anno.  Davanti ad una giuria di esperti, i ragazzi si sono cimentati a ritmo di musica nella preparazione di cocktail di loro invenzione: 16 creazioni in gara per ciascuna categoria.

Nella categoria “Sparkling” il primo posto è andato a Pietro Cutrone e Rocco Pavia. Secondi classificati invece Ignazio Civello e Marco Oddo. Al terzo posto Giada Di Girolamo e Sofia Occhipinti.

Nella categoria”Fancy” invece il primo premio è stato conquistato da Desirè Lo Manto, seguita al secondo posto da Chiara De Vita e, al terzo, da Aurora Laudicina.  Il premio come “Migliore decorazione” è andato a Patrizia Picciotto.

La gara è stata seguita da una dimostrazione fatta dal barman professionista Davide Teresa.

Intervenuto anche il Responsabile della Formazione FIB per la sezione di Palermo, Elio Casley che, accompagnato da Giovanni Velardi, ha mostrato ai tanti giovani in sala la preparazione di due  cocktails.  La dimostrazione di Casley ha insistito soprattutto sul bere consapevole e sull’emozione visiva, gustativa ed olfattiva che si deve ricevere con l’assaggio.

Domani invece sarà la giornata dedicata alla degustazione dei vini che partecipano alla rassegna.

Più di 150 i campioni che dovranno essere degustati dalle varie commissioni formate da esperti e rappresentanti delle associazioni di settore –  Assoenologi, Ais e Onav, docenti dell’Università di Palermo  –  a cui si affiancheranno gli studenti che hanno in passato seguito il corso di sommelier promosso per loro all’interno della stessa scuola.

La rassegna prevede la partecipazione dei vini suddivisi nelle categorie vini bianchi  e vini rossi tranquilli prodotti nelle ultime due vendemmie (2017/18), vini dolci naturali tranquilli, vini liquorosi tranquilli e vini spumanti.

L’Enodamiani si concluderà venerdì 29 con il convegno “Viticoltura di qualità per vini di qualità” e “Bere consapevole e cucina sostenibile”.