Lo spettacolo della boxe che ha arricchito una delle prime serate estive 2019 del lungomare Fata Morgana di Tonnarella. Si è svolta sulla spiaggia di Mazara del Vallo, nell’area che ospita lo stabilimento balneare Oasi Lido, la 5^ edizione del 91026 Fight Show, versione “Boxe on the Beach”. Una cornice di pubblico delle grandi occasioni ha assistito a delle pirotecniche esibizioni di Cross training e Functional eseguite da coach Giacomo Foggia ed il suo infaticabile team, Shoot Boxe, Muay Thai, Grappling, MMA, Kick Boxing K1 e Pugilato, con protagonisti gli allievi grandi e piccoli della palestra diretta dal maestro Francesco Vaccaro, i quali si sono alternati sul ring esibendosi in esercizi e prove di combattimento che hanno strappato applausi ai tanti amanti del mare e dell’arte del combattimento presenti. Fra le esibizioni, per la 91026 Fight Club spicca, nello spettacolare confronto di pugilato femminile, quella di Doroty Farina, 15 anni, categoria Junior 48kg, campionessa regionale esordienti 2019, che è salita sul ring insieme ad Ambra Sciurba atleta della Pugilistica Scalia di Palermo.

A seguire, è stata la volta degli 8 match di boxe AOB Fpi che hanno visto salire sul ring, allestito sulla spiaggia mazarese, i migliori boxeur della Sicilia occidentale, appartenenti alla 91026 Fight Club ed alle società Pugilistica Barone, Pugilistica Scalia e Defence Club, Lilybetana Boxe, GBC, Pugilistica D’Alessandro e Little Club.
Ad aggiudicarsi gli incontri per il team mazarese della Rendoki Dojo 91026 Fight Club sono stati Vito Ferrantello, nella categoria 54kg, che ha superato Jonatan Runfolo della Pugilistica Barone; mentre per la categoria 69kg, si è imposto in un match appassionante, spettacolare e condotto magistralmente dall’inizio alla fine, Samuele Pace, il quale ha prevalso su Salvatore Cuomo della Pugilistica Scalia. Nella categoria Junior Youth 65kg invece, l’atleta mazarese Gabriele Seidita si è dovuto arrendere ai punti a Giuseppe Bono della Pugilistica Barone, così come sfortunato è stato Nicola Fiume, sempre della Rendoki Dojo 91026 Fight Club, contro Andrea Viviano, anche lui del team Barone, per la categoria 63kg.
In parità gli altri match fra Leonardo Serra della Rendoki Dojo 91026 Fight Club e Destiny Kelly della Pugilistica Scalia nella categoria Youth 71kg; fra Vincenzo Bastone della Pugilistica D’Alessandro e Giorgio Di Miceli del team Little Club nella categoria Schoolboys 40 kg e fra Mario Galletti della Mtp e Domenico Reina del Defence Club nella Youth 66kg. Fra gli Youth 71kg, ad aggiudicarsi il match è stato Luca Cannella della Body Power nei confronti di Angelo Maranzano della Pugilistica Barone.
La serata è stata presentata da Martina Bernile, coach della 91026 Fight Club ed ha visto la partecipazione anche dell’Assessore e Vice Sindaco del Comune di Mazara del Vallo, Vito Billardello. Sul ring, anche il maestro Francesco Vaccaro, organizzatore della serata insieme ad Alessio Pecunia ed alla troupe dell’Oasi Lido, che ha intrattenuto i tanti appassionati che hanno riempito la sua struttura balneare. Vaccaro e Pecunia hanno ringraziato i presenti per aver contribuito alla riuscito di una spettacolare serata, inoltre Pecunia ha omaggiato i vincitori dei premi messi in palio dall’organizzazione, fortunati possessori dei ticket per la ristorazione.
Queste le dichiarazioni di due dei vincitori:
Vito Ferrantello: “Mi è piaciuto molto l’incontro disputato, sono salito sul ring molto convinto e ho dato il meglio di me stesso. Una vittoria dedicata a tutta la palestra”.
Samuele Pace: “È stato un match molto duro che, come gli altri match duri, mi ha aiutato a crescere sempre di più. Posso benissimo dire di essere contento della mia vittoria da dedicare ai coach e a tutto il team con i quali siamo già a lavoro per le prossime imprese”.