Il Sindaco di Marsala, Alberto Di Girolamo, ha ricevuto al Palazzo Municipale il presidente e l’economo, Franco Polettini e Fausto Patti, del Comitato marsalese dell’Associazione “Aiutiamoli a Vivere”, costituitosi recentemente per aiutare i bambini provenienti dalla Bielorussia. Del gruppo che lavora per fare in modo che i ragazzi della Bielorussia possano fruire di una vacanza terapeutica fa parte, come vice presidente, Don Tommaso Lombardo, Parroco di Terrenove Bambina. Il Comitato ha fatto presente al Sindaco di Girolamo  l’attività già svolta e quello che si propone di attuare. Tra l’altro, Polettini e Patti, hanno già presentato al primo cittadino il programma del 26esimo Convegno nazionale dell’Associazione che si terrà nella nostra Città dal 5 all’8 dicembre prossimi dal titolo “Abbiamo scoperto con l’accoglienza dei bambini che l’uomo per essere saggio deve sopportare e resistere”.
La nascita di “Aiutiamoli a Vivere” deriva dallo spontaneismo iniziale dei volontari che si misero all’opera per aiutare le popolazioni infantili colpite dal disastro nucleare di Chernobyl (26/4/1986), coordinati da Padre Vincenzo Bella (frate dei Minori Conventuali) e da Fabrizio Pacifici. Le attività di volontariato della Fondazione “Aiutiamoli a Vivere” ed il coinvolgimento delle famiglie italiane resesi disponibili ad accogliere un bambino bielorusso per una vacanza terapeutica ne facilitarono la diffusione su tutto il territorio nazionale.
Attualmente la Fondazione “Aiutiamoli a Vivere” O.N.G. opera volontariamente nella Repubblica di Belarus, ma il suo modello organizzativo costituito dalla contemporanea organizzazione di soggiorni e progettualità di cooperazione, formazione, sostegno e promozione dell’educazione ha promosso il nuovo sviluppo in altri paesi come il Brasile, il Congo, la Palestina, l’Ecuador e l’Albania, ottenendo l’autorizzazione del Ministero degli Esteri a operare come Organizzazione Non Governativa.