Nel pomeriggio dello scorso 2 ottobre giungeva, presso la Sala Operativa della
Guardia Costiera di Marsala la segnalazione telefonica, da parte di un cittadino che
informava della presenza di un cane di grossa taglia in evidente stato di difficoltà che rischiava di annegare in mare.
L’animale, probabilmente scivolato dalle dune di posidonia site sul lungomare
Mediterraneo, nel tratto precedente la cosiddetta località “Fortino”, era caduto in
mare e non riusciva più raggiungere la terra ferma. Immediatamente, per intervenire in qualsiasi scenario, è stato disposto l’intervento congiunto via mare e via terra del personale della Guardia Costiera che, giunto sul posto ha individuato e raggiunto in mare l’animale, in evidente stato di difficoltà, stremato ed infreddolito.
Il cane impaurito veniva tempestivamente tratto in salvo ed affidato alle cure del
personale del locale canile intervenuto sul posto che, fra l’altro, accertava il possesso del microchip. Fortunatamente, poche ore dopo, grazie anche alla diffusione sui social network della foto del cane, è stato individuato il legittimo proprietario che, felicissimo per averlo ritrovato, ha ringraziato gli uomini della Guardia Costiera ed ha così potuto riabbracciare il proprio amico a 4 zampe.
Come in altri casi passati, tra cui si ricorda il famoso soccorso del gattino Charlie con le manovre di rianimazione, il personale della Guardia Costiera di Marsala,
nell’ambito dei propri compiti istituzionali ed impegnato costantemente nella
salvaguardia della vita umana in mare, è molto sensibile al salvataggio degli animali che si trovino in difficoltà nell’ambiente marino.
PER EMERGENZE IN MARE, NON PERDETE TEMPO: CONTATTATE IL NUMERO
1530, ATTIVO SU TUTTO IL TERRITORIO NAZIONALE 24 ORE SU 24. LA
GUARDIA COSTIERA È CON VOI.