La nuova raccolta differenziata a Marsala non inizia nel migliore dei modi. La città lilibetana, infatti, domenica mattina, al suo secondo giorno dall’introduzione del nuovo sistema di raccolta si è svegliata con tanti sacchetti sparsi per le strade. E’ presto per poter fare un bilancio ma, indubbiamente, questa innovazione apportata dall’amministrazione comunale parte in salita. Eppure i cittadini marsalesi sono già abituati a differenziare i propri rifiuti, eppure il nostro comune è stato premiato recentemente per la virtuosità con cui si è raggiunta un alta percentuale di differenzazione dei rifiuti.

Allora cosa non sta funzionando? In molti non sopportano il dover gestire i nuovi bidoncini di colore diverso, molti temono, soprattutto nei condomini, che l’esposizione di cosi tanti mastelli non sia la soluzione più efficace perché potrebbero essere preda di animali, di incivili che possano introdurvi rifiuti in maniera arbitraria o ancora trascinati dal vento per strada… poi c’è anche da sottolineare che molte famiglie ancora non dispongono di tali mastelli e debbono recarsi negli appositi punti di distribuzione per entrarne in possesso dopo essersi sobbarcate interminabili code…

Timori che ci possono stare ma abbandonare sacchetti di rifiuti indifferenziati per le strade cittadine non è un bel segnale di civiltà. Sicuramente non bisogna demordere ma, sensibilizzare quanti commettono questi “reati” a differenziare i propri rifiuti, rispettando i calendari per l’esposizioni degli stessi e farlo utilizzando gli appositi mastelli di colore diverso in base al tipo di rifiuto.

Marsala non merita questo spettacolo… Teniamola pulita, rispettiamo l’ambiente…