Sandri fiducioso. Leonfortese al comando della classifica.

Si pensava che al termine della 26a giornata potessero esserci parecchie squadre racchiuse in un paio di punti a guidare la classifica del girone A di Eccellenza. Ancora una volta però questo pazzo campionato ha fatto saltare tutti i pronostici. I pareggi interni del Serradifalco e del Riviera Marmi e il pronosticato pari tra Parmonval ed Alcamo hanno permesso alla Leonfortese di ritrovarsi sola in testa con quattro gare da disputare. Il Marsala 1912 approfitta dell’unica reale occasione da gol per rimanere agganciata al treno delle capoliste, unica nota positiva di una opaca prestazione in uno stadio contestatore e semi deserto. La lettera aperta di Matteo Gerardi è stata un boomerang che è ritornato indietro. Una delle poche pecche della società azzurra quest’anno è stata proprio la comunicazione e alla fine i risultati sono alquanto mediocri: il tifo organizzato è in dura ma civile contestazione e il pubblico preferisce restare a casa.
Domenica gli azzurri di Sandri visiteranno il Raffadali reduce dell’ottimo pareggio di Cornino. Mancheranno Fina, Carovana, De Vita e al momento in cui scriviamo non è certo il rientro di Blunda. Torneranno disponibili invece Pirrone e Maltese. Trasferta insidiosa a casa di chi cerca la salvezza e il ruolino di marcia del Marsala 1912 fuori dalle mura amiche non è certo rincuorante.
Salvo clamorosi colpi di scena la Leonfortese non dovrebbe avere difficoltà ospitando la Folgore Selinunte. Lo stesso dicasi per il Mazara impegnato contro il San Sebastiano, la San Cataldese contro il Rocca di Caprileone e per la Parmonval che farà visita all’Atletico Campofranco. Big match invece Alcamo-Riviera Marmi, crocevia per la promozione e il testacoda Pro Favara- Serradifalco.

Peppe Caruso