E’ stata una gara mediocre quella tra Marsala e Marina di Ragusa, con un risultato di zero a zero che riassume fedelmente l’andamento della partita. A scuotere un po’ l’ambiente invece sono state le dichiarazioni a fine gara di mister Giannusa: “Non è vero che tutto va bene, la squadra non è serena, aspettiamo risposte certe da parte della società, per ora non aggiungo altro…”. In sintesi sono state queste le parole del mister che hanno allarmato gli sportivi marsalesi. Gli ultras sui social hanno espresso il loro parere: Massima stima e solidarietà per mister Giannusa e la richiesta di maggiore chiarezza da parte della società.

Questo pomeriggio ai microfoni di Radio Azzurra Marsala, in qualità, di ospite è stato intervistato il legale del Marsala calcio nonché dirigente, avv. Tommaso Picciotto, queste, in sintesi, le sue parole:

Intanto voglio complimentarmi con il nostro mister per il lavoro svolto nella passata stagione e in questa prima parte di campionato. Da un lato immagino il motivo delle sue esternazioni, l’anno scorso ha vissuto un’annata difficile ed è stato bravo a tenere compatto lo spogliatoio, ma quest’anno non esiste questo timore. E’ vero ci sono dei “piccoli” ritardi negli stipendi, ma voglio rassicurare che a breve la società si metterà al passo con gli impegni presi, purtroppo Cottone, Li Causi e i rimanenti soci stanno facendo il possibile per coprire il disavanzo della scorsa stagione. Poi bisogna tener conto anche degli imprevisti come per esempio la doppia trasferta contro il San Tommaso che ha comportato delle spese supplementari. Pagare i debiti dello scorso anno è importante anche per gli attuali giocatori, perché eventuali penalizzazioni comprometterebbero i buoni risultati ottenuti. Infine credo che questo allarmismo sia potuto dipendere anche dalle dimissioni di Calaio che rappresentava un collante tra squadra e società. Concludo dicendo che la società si sta adoperando affinchè tutto vada per il meglio”.