Tanta attesa sta per essere ormai ripagata. Questa mattina è il giorno della verità per il 2° Slalom Roccella-San Cataldo e per i 60 concorrenti verificati ed ammessi alla gara. Alle 9.00, il direttore di gara Michele Vecchio, coadiuvato dal direttore di gara aggiunto, l’ennese Alessio Colaleo, accenderà ufficialmente il semaforo verde per il via alla sfida valida per la Coppa Slalom 5a zona (qui nel Nisseno approdata alla sua 10a tappa) e per il Campionato siciliano di specialità zona 2 a coefficiente 1,5 (alla 17a prova stagionale). Alla prima seguiranno altre due sessioni di gara a cronometro, utili a determinare le classifiche, assoluta, di gruppo e di classe.

Teatro della competizione automobilistica, dedicata quest’anno con un artistico Trofeo al ricordo del pilota nisseno Onofrio Giancani (uno tra i più apprezzati pionieri dell’automobilismo regionale, noto nell’ambiente come il “fornaio volante”, scomparso nel luglio scorso), sarà il selettivo tracciato della lunghezza pari a 2 chilometri ed 860 metri ricavato lungo la s. s. 122, tra contrada Roccella e l’abitato di San Cataldo, dal km 51+890 al km 54+750. Il nastro d’asfalto interessato dalla corsa verrà chiuso al transito sin dalle 7.00 di domani.

Oggi pomeriggio, nel frattempo, gli appassionati di motori locali si sono stretti attorno ai piloti e alle vetture in occasione delle verifiche tecnico-sportive ospiti nei funzionali locali dell’Oratorio Maria Santissima delle Grazie, in contrada Roccella (a poche centinaia di metri dal tracciato di gara) e nel piazzale della “G.F.G. Noleggi”, sempre in contrada Roccella-Cusatino, nei pressi del già citato Oratorio Maria Santissima delle Grazie.

Lo Slalom Roccella-San Cataldo Trofeo “Onofrio Giancani” 2019, previsto alle porte dell’operosa cittadina ad 8 km da Caltanissetta è organizzata e promossa sul territorio dall’associazione nissena “Passione & Sport”, presieduta da Patrizia Battello e da Michele Vecchio, con la fattiva collaborazione dell’Automobile Club Caltanissetta ed il patrocinio gratuito concesso alla gara dal Comune di San Cataldo. Numerosi i partner commerciali, tra cui spicca il sostegno della Banca di Credito cooperativo “Giuseppe Toniolo” di San Cataldo.

Desta intanto viva emozione l’attribuzione del Trofeo in memoria di Onofrio Giancani, campione nella vita e nello sport, negli anni d’oro protagonista vincente, soprattutto negli slalom, al volante delle indimenticate Simca Rally 2 Proto e Fiat X1/9: “E’ stato Michele Vecchio in persona – racconta Rino Giancani, figlio del pioniere nisseno, che dal papà ha ereditato la passione e le qualità corsaiole – a telefonarmi, esprimendo il piacere di creare un Trofeo in memoria di mio papà in occasione dello Slalom Roccella. Naturalmente ho accettato subito, il ricordo di mio padre è una cosa per me straordinaria”.

“Da grande ‘slalomista’ quale si definiva – aggiunge il portacolori del Motor Team Nisseno – mio padre ha iniziato con questa specialità nel 1989, con la Simca, la vettura che gli ha dato le maggiori soddisfazioni sportive. In parte mi aspettavo tutto questo entusiasmo nei confronti di papà, persona sempre disponibile ad aiutare il prossimo, con il sorriso sulle labbra e grande sportivo. Tutto ciò mi onora tantissimo, poiché è la conferma di quanto mio padre è rimasto nel cuore di tanti”. E tutta la famiglia Giancani al completo, con in testa la moglie Maria, presenzierà domani pomeriggio alla cerimonia di premiazione e di consegna del Trofeo Onofrio Giancani (allestita all’Oratorio Maria Santissima delle Grazie ad apertura di parco chiuso), al vincitore assoluto, al cospetto del delegato regionale AciSport Sicilia, Armando Battaglia, il quale farà gli onori di casa quale Federazione.

Favorito d’obbligo per la vittoria assoluta al 2° Slalom Roccella-San Cataldo è il messinese già campione italiano Slalom Under 23 uscente Emanuele Schillace, nove volte in trionfo quest’anno nel Regionale, che comanda con grande margine sugli avversari. Il peloritano, al volante della fedele Radical SR4 Suzuki 1.6 equipaggiata con pneumatici Pirelli, proverà a portare punti utili alla sua scuderia, la Tm Racing Messina, attualmente al comando della classifica generale provvisoria del Campionato siciliano Slalom dopo le 16 prove sin qui disputate.

 

 

“Alla scoperta di un percorso che non conosco – esordisce Emanuele Schillace – a Roccella proveremo

una nuova mescola di pneumatici Pirelli, ma soprattutto testeremo inedite soluzioni al cambio sulla SR4, elemento tecnico che ultimamente ci ha dato problemi. Il tutto con un occhio alla classifica del Regionale, dove contiamo di chiudere presto i conti”.

A contrastare il passo a Schillace saranno comunque l’ericino Michele Poma, ex campione italiano Slalom Under 23, su Radical SR4 Suzuki (per l’Armanno Corse) ed il sorprendente kartista mazarese Giuseppe Giametta, con l’agile Predator’s PC 008 Suzuki della Tm Racing. Curiosità per il debutto della nuova Sport Fallico Prototipo Suzuki affidata al madonita Rosario Prestianni, mentre sarà a caccia di punti importanti per il Regionale il plurititolato marsalese di Racing Start Salvatore Giacalone, alla guida della Peugeot 106 Gti 16v, per i colori Project Team.

Tra i numerosi piloti del Nisseno, spiccano le presenze, nello slalom di casa, per il citato Rino Giancani, sulla Elia Avrio ST09 Evo Suzuki numero 3 e del sancataldese Maurizio Anzalone, su Renault Clio Rs K, entrambi per i colori del Motor Team Nisseno, scuderia con più piloti iscritti, ben 19. Due le “lady” in gara, la debuttante 22enne nissena Simona Santoro (su Peugeot 106 Gti 16v, Motor Team Nisseno) e la più esperta messinese Jessica Miuccio (su Renault Clio Rs, Tm Racing), che a San Cataldo punta dritta al Regionale.