Marsala. è una bella città, vivibile e tranquilla, dal grande patrimonio paesaggistico e culturale. Una città che possiamo definire sicuramente a “misura d’uomo”.
Purtroppo però una società malata in cui siamo costretti a vivere ci mette a volte di fronte a scene di vero far west, ci riferiamo naturalmente all’episodio di mercoledì scorso, che ha il sapore amaro forse di una regolazione di conti. Senza voler entrare nel merito di quest’agguato, di cui saranno le Autorità preposte a farne luce, chiediamo a chi ci governa e alle forze dell’ordine di mettere in atto un piano di sicurezza affinché la quotidianità della gente comune non venga stra-volta con queste scene di terrore.

A Marsala non si “udivano” spari dalla scorsa estate, quando in contrada Samperi venne ucciso Baldassare Marino, di anni 67,  un omicidio rimasto ancora irrisolto. Marino venne ucciso di notte, mentre era in auto, da un conoscente, che gli diede  appuntamento in una zona  isolata, e poi aprì il fuoco. In un primo momento venne percorsa la pista mafiosa, visti i precedenti della vittima, poi questa ipotesi si dimostrò infondata.