Gianni Genna, il giovane marsalese scomparso tra la notte di sabato e domenica e poi trovato privo di vita dietro un casolare di contrada Digerbato è morto per un malore, a stabilirlo è stata l’autopsia effettuata.

La causa, per i medici, è stata determinata da un arresto cardiaco. L’esame è stato effettuato dal medico legale Elena Ventura, del Policlinico di Palermo. Il prossimo passo è attendere, tra circa sessanta giorni, i risultati delle analisi tossicologiche sui tessuti per capire se davvero il giovane abbia fatto uso di droga e alcool.

Oggi, un bagno di folla, presso la chiesa del Santo Padre delle Perriere, alle 11 e 30,  ha salutato per l’ultima volta questo sfortunato giovane.