le azzurre nel turno infrasettimanale di S. Stefano hanno vissuto un autentico passaggio a vuoto nel domicilio del Barricalla Cus Torino, formazione piemontese rimessasi in corsa per agganciare una piazza utile per la Poule Promozione della successiva fase. Sconfitta chiara e schiacciante delle lilybetane carenti nelle percentuali di attacco (e questa è una novità) contro le cussine capitanate dalla veterana Daniela Gobbo che certifica, nel caso ci fosse bisogno, come tra Marsala e tutte le trasferte stagionali fin qui giocate non corra buon sangue. L’unico punto esterno esattamente un turno fa.

Non c’è tempo per piangere sul latte versato che un nuovo turno di campionato incombe. Nell’ultima di un ciclo di tre partite in otto giorni, domenica 29 dicembre, eccezionalmente alle ore 16.00, le sigelline per il sesto turno di ritorno dovranno mettere tutto l’impegno possibile in una partita vitale per la classifica di regular-season e scongiurare di finire in fondo al girone di appartenenza, possibilmente “aggredendo” il match fin dai primi scambi. Ad arrivare in città è il fanalino di coda, P2P Smilers Baronissi che tra le cui fila annovera gli ex Leo Barbieri e Jessica Panucci e che nel turno precedente si è rifatta sotto in classifica, in virtù del successo casalingo  di ieri pomeriggio contro la malcapitata Acqua & Sapone Roma Volley Club che vede traballare il terzultimo posto dalla nostra formazione e proprio dalle costiere del direttore sportivo Franco Cutolo.

Per cercare di avere la meglio sulla formazione capitanata da Alessia Travaglini oltre ad una impeccabile concentrazione in partita, c’è necessariamente bisogno che la verve sia fidata alleata delle nostre sigelline che devono scrollarsi completamente di dosso paura e tensione che comprensibilmente possono entrare in gioco. La componente mentale sarà importante nelle fasi calde del match e le giovani di Collavini devono anteporre gli interessi di squadra a quelli che ne può beneficiare la singola atleta (leggasi gioco di squadra e stringersi ed aiutarsi nei momenti clou). Qualunque ragazza che verrà chiamata in causa deve saper farsi trovare pronta, dando un apporto fondamentale in favore del team. Non ci si nasconda dietro l’evidenza: si tratta di una gara campale per i due team. Baronissi in queste prime cinque giornate di ritorno ha ottenuto tre punti contro i due di Marsala. Destino vuole che le vittorie (entrambe casalinghe) di ultima della classe e penultima del girone “B” siano arrivate contro la stessa compagine: Acqua & Sapone Roma Volley Club.

All’andata, nel giorno dei defunti, fu necessario un tie-break per decretare la vincitrice tra le due squadre nel confronto di Pontecagnano Faiano. Con la Sigel puntualmente sempre sotto nel computo dei set e sistematicamente abile a portarsi in parità due volte. Una P2P Smilers Baronissi portata in alto dalla potenza e dalla prestazione di Krystle Esdelle, opposto cubano autrice di 26 punti a referto, di cui 3 muri e il 36% in attacco. Bene è andata anche la ex sigellina Panucci con 14 stampi. Per Marsala da segnalare lo score della statunitense Kendra Dahlke che aveva chiuso la partita con 25 centri, 1 muro punto e il 39% in attacco, della terminale offensiva Linda Mangani, 13 punti e il 36% d’attacco e delle centrali, Silvia Bertaiola e Sara Caruso in doppia cifra, con 13 timbri a testa e rispettivamente il 43% e il 47% di prolificità offensiva.