Non si prefigurava certo di una formalità, come si può e poteva superficialmente pensare, passare agevolmente nel domicilio dell’ultima della classe. Una gara come quella di oggi pomeriggio spesso nasconde un’arma a doppio taglio. Tre i set disputati al PalAltoGusto di Olbia tra la Volley Hermaea e la Sigel Marsala. Le padroni di casa di coach Michelangelo Anile non avevano più nulla da chiedere al campionato, eccetto che cercare di salutare in modo dignitoso la propria gente e alleviare lo scotto della retrocessione. Propositi delle isolane che la Sigel Marsala Volley ha spazzato via dalla conquista dell’incontro in oggetto (bellissimo ed emozionante il terzo e ultimo parziale che s’è protratto ai vantaggi dopo che Marsala preso per mano da Sharon Luzzi, colpo su colpo, ha annullato ben quattro palle set sulla situazione di gioco del 24-20, ndr). Che la compagine del presidente Alloro voleva a tutti i costi far proprio, indipendentemente dalla gara del “PalaCesari” e vale a dire, Cuore di Mamma Cutrofiano-Eurospin Ford Sara Pinerolo. Qui riepilogata la progressione set: [20/25;18/25;25/27]. Settimo acuto sugli otto totali e, dopo l’esterna in Sardegna, infilato il terzo successo “pieno” di fila (Pinerolo e Baronissi in casa e Olbia fuoricasa).