Da venerdì 10 agosto e fino al prossimo 30 settembre, nelle ore serali/notturne,

vietato consumare in luoghi pubblici bevande alcoliche in contenitori di vetro

Controllare l’abuso di alcol e prevenire le condotte violente che ne derivano, assicurare il decoro e l’igiene pubblica, tutelare la tranquillità e il riposo dei residenti. Sono queste le motivazioni del provvedimento del sindaco Alberto Di Girolamo che vieta la vendita da asporto di bevande alcoliche e di superalcolici contenuti in bottiglie/bicchieri di vetro, vietandone altresì la detenzione e il consumo in luogo pubblico. Il divieto, decorre da venerdì 10 agosto e fino al prossimo 30 settembre, nella fascia oraria serale/notturna che va dalle ore 22 alle ore 6. Interessati all’ordinanza sindacale sono le attività di somministrazione – ma anche circoli privati, ambulanti e operatori del commercio venditori di bevande alcoliche in vetro, dispensate anche attraverso distributori automatici – che esercitano all’intero del perimetro delimitato dalla seguenti vie: Colonnello Maltese, Lungomare Mediterraneo, Lipari, Mazara, Piazza Caprera, Nino Bixio, Dante Alighieri, Trapani, Ugdulena, Corso Gramsci, Messina e Orlando, Lungomare Salinella, Vito Falco, Lungomare Boeo. Il divieto riguarda anche analoghe attività commerciali che esercitano nelle zone dei Lidi, sia del versante sud che del versante nord. “Un provvedimento che coinvolge diversi interessi meritevoli di tutela – afferma il sindaco Di Girolamo; il diritto alla salute va garantito a tutti e, pertanto, gli obblighi imposti a operatori e consumatori sono socialmente utili e necessari”. Maggiori controlli, quindi, per la cosiddetta “movida notturna” nell’ottica di prevenire disagi ai residenti, soprattutto nelle zone ad alta concentrazione di consumatori di alcol. A tal fine, si ricorda che la legge impone il divieto assoluto e permanente di vendita/somministrazione di bevande alcoliche (anche non contenute in vetro) dalle ore 3 alle ore 6. Infine, obiettivo non secondario dell’ordinanza sindacale è quello di assicurare l’igiene negli spazi pubblici frequentati dai consumatori di alcol (eccessivo e rischioso il vetro abbandonato per strada), nonchè prevenire di schiamazzi che disturbano il riposo notturno e il quieto vivere di cittadini e visitatori.