Prosegue a Marsala la sistemazione dei marciapiedi, al fine di abbattere le barriere architettoniche e migliorarne la fruibilità pedonale. Dopo i precedenti interventi (via Amendola, Del Fante, Sibilla, Santa Lucia, Cavalcavia…), interessate al nuovo progetto di mobilità sostenibile sono le vie Gambini e Selinunte, nonché un tratto di via Sirtori (quello compreso tra gli incroci di Corso Calatafimi e via Gambini). I lavori – per un importo complessivo di 170 mila euro, interamente finanziato dal Ministero dello Sviluppo economico con il “Decreto Crescita” dello scorso Aprile – avranno inizio la prossima settimana. “Continua la realizzazione di opere per rendere più sicuro il transito sui marciapiedi, sottolinea il sindaco Alberto Di Girolamo; e ciò, al fine di agevolare sia i disabili in carrozzina che i pedoni in genere, a cominciare da anziani e genitori con passeggini. Con la nuova programmazione, altri marciapiedi saranno oggetto di analoghi lavori ”. Gli interventi, aggiudicati all’Impresa “O.E. Impianti” di Monreale, saranno realizzati nelle suddette strade di notevole transito pedonale (vie di accesso al Cimitero e al centro cittadino), dove i marciapiedi sono sconnessi, stretti e vetusti. In alcuni casi, il progetto prevede di demolire e ricostruire; in altri, occorrerà un adeguamento alla normativa vigente. Dalla relazione tecnica, si evince che i lavori riguarderanno oltre 600 metri lineari di marciapiedi, in gran parte con pavimentazione dissestata e bordo che rasenta il livello della carreggiata. In via Selinunte (a senso unico di marcia) i marciapiedi avranno una larghezza di mt. 1,50; mentre quelli realizzati in via Gambini e Sirtori (a doppio senso) saranno larghi mt. 1,25. Rientra nel progetto anche la realizzazione – nelle vie interessate – di appositi stalli per biciclette, nonché la segnaletica verticale e gli attraversamenti pedonali.