Importante correttivo al decreto legge sul Lavoro in discussione alla Camera. Si prospetta, infatti,  un cambiamento per uno dei temi più criticati, la necessita di rinnovare per otto volte, nell’arco di tre anni, i “contratti a termine”. La commissione Lavoro della Camera ha infatti approvato l’emendamento del P.D. al DL lavoro del ministro Giuliano Poletti. In questo modo diminuiscono da otto a cinque le proroghe possibili per i contratti a termine nell’arco di tre anni. Il testo è in corso di  esame dall’aula di Montecitorio.
Non mancano, in ogni caso, le discussioni e le scintille in merito, soprattutto  sul tema del-le misure contro la pratica delle “dimissioni in bianco”; queste confluiranno nell’esame del ddl delega sul Lavoro all’esame della commissione lavoro. Lo ha deciso  la commissione stessa, con la posizione contraria di Sel e M5S. Aspettiamo ora i prossimi sviluppi dopo le festività pasquali nella speranza che ci sia finalmente (sarà possibile?) unità d’intenti.