Ieri, la giornata è cominciata con la messa a dimora di 10 palme nane nel giardino del Parco Archeologico del Lilibeo, presenti il direttore del Parco Enrico Caruso e la dr.ssa Anna Maria Parrinello. La palma nana è rappresentata nel conio delle monete di Camarina ed è quindi la pianta simbolo della Trasversale Sicula. Nel pomeriggio, a Palazzo Fici, ad accogliere i trasversali c’era il sindaco Alberto di Girolamo che ha ribadito come i cammini slow non soltanto consentono di scoprire “nuovi” e antichi luoghi nascosti dalle rotte delle quattro ruote ma offre anche una visione dettagliata di tutte le risorse fruibili a livello turistico. Presente anche il presidente del Gal Valle del Belice ( e sindaco di Salemi) Domenico Venuti che continua a scommettere su questo progetto territoriale che può essere fonte di valorizzazione per uno sviluppo turistico dell’isola.
La Trasversale è anche in cammino per l’Ambiente con l’impegno di inquinare il meno possibile e divulgare il concetto di PlasticFree. Chiunque voglia scoprire il patrimonio naturale ed etnoantropologico di questa grande Isola può inviare una mail a trasversalesicula@gmail.com per partecipare e/o ottenere le informazioni necessarie o collegarsi alla pagina facebook. Le escursioni sono tutte di LIVELLO MEDIO- FACILE e si potrà prenderne parte anche per poche tratte o per una sola giornata.