La ricerca di un ricordo lontano, zio Vincenzo partito per il fronte russo e mai più tornato a casa. Questo, lo spunto emozionale che ha condotto Giovanni Di Girolamo, scrittore e ricercatore storico marsalese, tra le nevi della steppa dove persero la vita 6350 Bersaglieri italiani nel dicembre del 1942. In quella Campagna di Russia che rimarrà per sempre un oscuro episodio della seconda Guerra Mondiale.
4ARTS Gallery, accogliendo con emozione la presentazione di questo nuovo libro diGiovanni Di Girolamo, invita la città intera a voler intervenire per conoscere, anche attraverso foto di uomini e di reperti raccolti direttamente dall’autore sul territorio russo, questa tragedia che coinvolse direttamente più di cento soldati, concittadini marsalesi, assieme alle loro famiglie che mai più li videro tornare. Un emozionante percorso di attento studio che Giovanni Di Girolamo ha saputo concentrare in questo suo lavoro letterario che è da leggere per mai dimenticare il sacrificio di questi nostri soldati che scomparvero tra le nebbie, i venti e le nevi di un territorio sconosciuto, immenso e inimmaginato… “Ho paura che questa infinita distesa di neve mi copra per sempre. Ho paura di essere dimenticato. Vincenzo.