“La grande bellezza”, il film italiano vincitore dell’oscar hollywoodiano, è poca cosa rispetto alla grande bellezza del girone A di Eccellenza Sicilia. Poche gare, appena cinque, e ancora è tutto da decidere o, ancor meglio, decifrare. Bagarre apertissime sia in testa che in coda con alcuni segnali abbastanza evidenti. Partiamo da Renato Maggio e il suo Kamarat che, seppur uscito sconfitto dal Municipale di Marsala, si auto-pronosticava vincitore di questo campionato. La sconfitta interna con il Serradifalco (e le precedenti 4 sconfitte consecutive) sta a significare che le dichiarazioni del tecnico erano solo fumo negli occhi. L’Alcamo si presenta in vetta alla classifica ma sarà chiamato sul campo della Parmonval, prepotentemente in zona play-off. La Leonfortese, seconda in classifica, farà visita al San Giovanni Gemini ancora troppo vicino alla zona calda della classifica. Serradifalco e Mazara non si risparmieranno colpi per la conquista dei tre punti, come anche Riviera Marmi e Raffadali. Folgore Selinunte e San Sebastiano, con quest’ultima già retrocessa e la prima che la precede di appena cinque punti, non avrà particolari motivazioni.
Il Marsala 1912 invece ospiterà il Pro Favara in cerca di punti salvezza. La compagine di Sandri ha profondamente deluso aspettative e pubblico domenica scorsa contro i “cugini” del Mazara e probabilmente si è già accontentata di una sicura salvezza. Che il Pro Favara potrebbe portare via i tre punti dal Municipale?